UN VENTAGLIO DI INIZIATIVE CULTURALI PER ONORARE L'UNITA' D'ITALIA: Lezioni di chimica industriale di Antonio De Kramer

I Cavalieri del Lavoro della Lombardia hanno organizzato svariati convegni ospitando illustri oratori al fine di scandagliare il ruolo della propria regione nel complesso percorso che condusse all’Unità d’Italia. Mediante la pubblicazione del volume “Lezioni di chimica industriale” convogliano, ora, l’attenzione sul contributo significativo che la Lombardia, capitanata da Milano, ha ricoperto nel processo di modernizzazione ed evoluzione culturale del Paese. Perfetta espressione di tale cammino illuminato risiede nella fondazione della “Società d’incoraggiamento d’arti e mestieri” fondata nel 1838 da un gruppo di lungimiranti esponenti degli ambienti economici lombardi, spiccano personalità brillanti quali Enrico Mylius, Antonio De Kramer e Carlo Cattaneo. Pilastro fondamentale di suddetta fondazione, volta alla divulgazione del sapere ed all’insegnamento scientifico per i giovani, fu la Scuola-Laboratorio di chimica, inaugurata nel 1844; punta di diamante per gli studi in quel campo specifico. Il professor Carlo G. Lacaita ha ripetutamente sottolineato il valore di quell’istituto dal carattere fortemente innovativo che generò solide basi per la chimica industriale italica.

A ripescare nei vetusti archivi ottocenteschi per rispolverare le lezioni di chimica tenutesi nel 1884-85 è stato, per primo, “l’Eco della Borsa”, principale giornale economico meneghino.

I Cavalieri lombardi hanno ritenuto doveroso ed importante proseguire nella catalogazione e nel recupero globale di questi documenti; nasce così il volume “Lezioni di chimica industriale” sotto l’egida del professor Carlo G. Lacaita che, nell’introduzione, restituisce un preciso affresco storico, sociale e culturale della Penisola in quegli anni mirato a esplicare in miracolo che fu la Scuola-Laboratorio di Chimica inscritta in una ambiente tutt’altro che proiettato verso il progresso e la diffusione del sapere.
 
Carlo G. Lacaita, già ordinario di Storia contemporanea all’Università di Milano, presiede
la Commissione scientifica del Comitato italo-svizzero per la pubblicazione delle opere
di Carlo Cattaneo e l’ “Associazione per la storia della scienza e della tecnica nell’età
dell’industrializzazione” (ASSTI). Fra le sue numerose pubblicazioni ricordiamo in questa
sede L’intelligenza produttiva. Imprenditori, tecnici e operai nella Società d’Incoraggiamento
d’Arti e Mestieri di Milano.1838-1988 (II ed. Milano, Electa, 2005).