Il Cav. Lav. Franco Cologni Commandeur dans l’ordre des Arts et des Lettres

Franco Cologni, fondatore e presidente della Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, è stato recentemente insignito da Frédéric Mitterrand (Ministro della Cultura e della Comunicazione del governo francese presieduto da François Fillon) del prestigioso titolo di “Commandeur dans l’ordre des Arts et des Lettres”: uno dei quattro ordini ministeriali della Repubblica Francese e una delle più importanti onorificenze. Istituito dal governo francese nel 1957, l’Ordre des Arts et des Lettres prevede i tre gradi di “Chevalier”, “Officier” e “Commandeur”, il più elevato. Con questa attribuzione la Francia onora i più importanti protagonisti dell’arte e della letteratura, nonché coloro che hanno contribuito in modo significativo alla diffusione della cultura nel mondo.

Il nome di Franco Cologni si va dunque ad aggiungere a quelli dei poeti Seamus Heaney e T. S. Eliot, dei direttori Myung-whung Chung e Christoph Eschenbach, delle attrici Lilian Gish e Audrey Hepburn, degli attori Sean Connery e Clint Eastwood, dei registi Emir Kusturica e Takeshi Kitano e di molti altri protagonisti della cultura mondiale.

La promozione attribuita a Franco Cologni riconosce i meriti di questo imprenditore che ha saputo legare strettamente cultura e lusso: lasciata l’attività accademica presso l’Università Cattolica e salito ai vertici di Cartier e del gruppo Richemont, Franco Cologni ha continuato a firmare numerose pubblicazioni giornalistiche ed editoriali, relative soprattutto alla storia del teatro, al lusso, alle arti applicate, all’orologeria, alla gioielleria e all’artigianato artistico d’eccellenza. Fondatore e in molti casi direttore di riviste come Cartier Art, Yearbook Jaeger-LeCoultre, Collectors’ Island, Mestieri d’Arte e HH Mag (magazine della Fondazione dell’Alta Orologeria), collaboratore di prestigiose testate internazionali, autore di importanti pubblicazioni per Flammarion, Marsilio, Assouline e altre case editrici di fama mondiale, Franco Cologni si è negli anni distinto anche per una particolar sensibilità verso la comunicazione della cultura dei mestieri d’arte e del lusso: a tal fine ha fondato nel 1995 la Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte (Milano), nel 2002 la Creative Academy (scuola di design e creative management del gruppo Richemont, Milano) e nel 2005 la Fondation de la Haute Horlogerie (Ginevra), sempre con lo scopo di salvaguardare e promuovere un patrimonio culturale d’eccellenza.