Maestri del Lavoro: XVI Convegno Scuola-Lavoro

“Una Bussola per orientare i giovani tra rischi e opportunità”

Il 20 novembre 2012, presso la Sala Conferenze di Assolombarda, si è svolto il XVI Convegno  dei “Maestri del Lavoro nelle Scuole”, abbinato al “XV Concorso tra studenti”.

Il Convegno è un momento importante per il Consolato in quanto celebra il programma di volontariato sviluppato tramite incontri presso le scuole medie e superiori.

Il presidente della Federazione MdL, il Console Bollani, le Autorità e i relatori hanno fornito riflessioni e suggerimenti preziosi da trasmettere ai giovani in modo da facilitare loro il passaggio dalla scuola al lavoro. Il progetto, battezzato «Orientamento culturale del lavoro», ha avuto come iniziatori il Console Emerito Adriano Losi e l’attuale Console Sergio Bollani. Preziosi gli interventi dei relatori, che si sono susseguiti sino alla fase delle Premiazioni dei giovani studenti che si sono distinti per talento e impegno profuso scolasticamente. Sergio Bollani – Console Provinciale – ha espresso fiducia nel fatto che si possa superare l’attuale “impasse” socio-economico migliorando il raccordo tra il mondo del lavoro e quello della scuola. Soprattutto spronando la creatività, l’entusiasmo e la fantasia dei giovani. Amilcare Brugni – Presidente Nazionale Federmaestri – ha ricordato il valore dell’impegno per i giovani, legato a forte tenacia e passione. Giovanni Del Nero – Assessore industria, piccole imprese, artigianato, commercio, formazione professionale e lavoro della Provincia di Milano – ha rammentato il fatto che questo non è il solo periodo storico arduo per i giovani, ma che anche le generazioni del “dopo-guerra” hanno dovuto affrontare una realtà economica e sociale complessa superandola con sacrifici e fiducia nel futuro. Cristina Tajani – Assessore Sviluppo politiche per il lavoro, università e ricerca, del Comune di Milano – ha ricordato la collaborazione proficua tra il Comune e il Consolato, sottolineando la lunga tradizione del Comune di Milano che da anni investe in percorsi formativi attraverso le “scuole civiche”. Giorgio Sinatti – Segretario Gruppo Lombardo Cavalieri del Lavoro- ha posto l’accento sul valore, collegato all’onorificenza della Stella al Merito del Lavoro e al titolo di Maestro del Lavoro, così come per la nomina di Cavaliere del Lavoro: un valore che si concretizza nell’adoprarsi per essere di utilità ai giovani e alla società in generale. Collegandosi alla “bussola” del nostro tema, ha ricordato agli studenti una massima di Seneca: “Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare”. Don Walter Magnoni – Responsabile del Servizio per la Pastorale Sociale e il Lavoro- ha ricordato che il lavoro migliore porta a realizzarsi facendo qualcosa di utile per sé e gli altri. Laura Turotti – Ufficio scolastico territoriale –  si è complimentata sia con gli studenti partecipanti al Concorso “futuri uomini e donne che affron-teranno le sfide della società e della vita”, sia con i docenti che hanno con lungimiranza abbracciato il programma di incontri dei Maestri del Lavoro. Amedeo Veglio – Area Formazione Scuola – Università e Ricerca di Assolombarda ha ammonito circa il rischio maggiore in questo momento: ovvero la possibilità che i giovani e le scuole si ritrovino isolati. Federico Montelli – Direttore “FORMAPER” della CCIAA di Milano – ha affrontato il tema del Convegno toccando diversi aspetti e rilevando, innanzitutto, che esiste ancora un’eccessiva separazione tra mondo della scuola e mondo del lavoro, alias tra “sapere” e “saper fare”.