Competitività

Guardare lontano, particolarmente a livello strategico. La competitività è il punto di contatto tra strategia locale e nazionale.

Un contributo per rendere migliore il Paese, la comunità delle imprese, per ridurre il pregiudizio negativo che – spesso ingiustamente – penalizza le imprese italiane, in particolare quelle che operano fuori dai confini nazionali.

Semplificazione: uno studio e un progetto insieme alle Istituzioni di riferimento, da sperimentare/applicare nelle imprese (anche dei Cavalieri) e nella pubblica amministrazione. Con un campo d’azione non vastissimo, ma con la possibilità di risultati concreti e puntuali (per esempio sul tema della governance in azienda e i suoi adempimenti)

Scuola di Alta amministrazione: per la competitività del Paese servono buoni amministratori, manager, formati per essere introdotti alle più alte funzioni dello Stato. I Cavalieri potrebbero sostenere un progetto teso alla formazione di alti funzionari, di manager e gestori pubblici apicali, in collaborazione con Istituzioni formative nazionali e internazionali di primo livello

Promozione del Collegio Lamaro-Pozzani come centro di alta formazione ma anche come centro studi al servizio della progettualità della Federazione: uno strumento in più per i Cavalieri, e occasioni di lavoro e di contatto con la rete, per gli studenti

Raccordo industria-università: scouting di progetti che mettano virtuosamente in collegamento industria e università. Da sviluppare sia attraverso la rete dei Cavalieri, sia con la rete delle Università lombarde