Un "manifesto" di valori e sostenibilità per i cavalieri del lavoro

“Il titolo del nostro convegno “creare valore al di là del profitto” è una frase pronunciata in un brillante saluto del Presidente Roth, subito dopo la sua elezione. Sono stato subito conquistato dalla bellezza e profondità di queste semplici parole: mi è parso una sorta di manifesto, importante in sé ma soprattutto per i Cavalieri del Lavoro, e ho insistito perché venisse scelto come titolo del nostro workshop. La prima riflessione che vorrei fare riguarda il concetto di identità: se da un lato l’identità dei Cavalieri del Lavoro è chiara, ha una grande tradizione, dall’altro deve continuare a evolversi, a generare iniziative nuove per riuscire a esprimersi e – appunto – continuare a creare valore. Senza essere inquadrata nel passato, ma avere invece un’influenza sul futuro: i Cavalieri del Lavoro sono persone attive, che hanno un’influenza sul presente e sul futuro del Paese. La seconda riguarda la sostenibilità: le aziende dei Cavalieri del Lavoro hanno delle caratteristiche particolari che le hanno distinte tra le altre, e le generazioni successive che le porteranno avanti, potranno continuare a distinguersi per gli stessi valori. Per la trasparenza, per la responsabilità, per la capacità, con metodi tradizionali o innovativi, di creare, oltre al profitto, anche valore diffuso e distribuito sul proprio territorio, sulla propria comunità di riferimento. La terza è sull’innovazione, che non significa soltanto fare cose nuove, ma significa cambiare i punti di vista, accrescere la cultura e la conoscenza, condividere esperienze. Il nostro Paese oggi è bloccato: tutti i Cavalieri del Lavoro, ciascuno a proprio modo, fanno e hanno fatto qualcosa per farlo crescere, nelle loro specifiche attività. Per questo è giusto farlo anche come gruppo, e il Gruppo lombardo sta sperimentando delle strade per innovare. Ultima, la connessione tra generazioni. Nella partnership con Italia Camp, l’intervento che seguirà, c’è anche questo spirito: di scambiare le esperienze dei Cavalieri del Lavoro con dei ragazzi che – da parte loro – ci propongono metodi e processi nuovi per realizzare dei progetti. Questo è “creare valore”. Ma è anche “creare profitto”, ci auguriamo. E infine è fare qualcosa di più, ovvero “fare qualcosa di buono”. A vantaggio di tutti”.