Compagno di giochi, amico, insegnante di sostegno, addetto a compiti pericolosi: la vita di Nao all’interno di una casa è al centro della sfida tra programmatori a colpi di robot

scuola di roboticaimmagine scuola di roboticanao challenge banner


Saranno 73 le squadre provenienti da tutta la penisola che si sfideranno alla Nao Challenge Italia la cui finale sarà ospitata dalla Fondazione Golinelli di Bologna il 23 e il 24 maggio 2015 alla Scuola delle idee (voltone del Podestà, 1/N). In totale 340 ragazzi e ragazze, dai 15 ai 18 anni, in arrivo da 45 scuole secondarie di secondo grado del nostro paese. Da Trento a Pachino (Siracusa), da Senorbì (Cagliari) ad Alessano (Lecce), Emilia Romagna e Veneto sono le regioni più rappresentate (rispettivamente 19 e 18 squadre), seguite da Sicilia, Liguria e Toscana. Sono 43 le squadre che appartengono a istituti tecnici industriali, 25 a licei scientifici, 4 a un istituto professionale, 1 a un istituto tecnico economico.

nao3PDMCos’è Nao Challenge

Nao Challenge è un concorso di robotica che coinvolge cinque paesi europei (Danimarca, Francia, Germania, Italia, Regno Unito), organizzato dalla società francese Aldebaran Robotics. Pensato per le scuole secondarie di secondo grado, il concorso è dedicato alla programmazione di Nao, il robot umanoide, autonomo e programmabile che ha tutti i requisiti per diventare un compagno e un collaboratore a casa e nel lavoro. Nao Challenge Italia è organizzato da Scuola di Robotica di Genova (Nao Challenge Ambassador) e da Fondazione Golinelli di Bologna. Le squadre iscritte alla Nao Challenge sono chiamate a esercitarsi in gara sul software simulatore di Nao per poi scaricare i programmi elaborati sul robot fisico. Fra gli obiettivi del progetto didattico c’è l’aumento della consapevolezza nell’uso dei robot, in particolare degli umanoidi. La sfida è stata ideata in collaborazione con i docenti e grazie a questo progetto studenti di tutta Italia potranno confrontarsi con strumenti innovativi e rivoluzionari acquisendo competenze e abilità, di solito trascurate dal mondo della scuola.

Cos’è Nao Robot

Nao è un robot umanoide progettato e prodotto da Aldebaran. È utilizzato negli ambienti in cui è importante favorire l’interazione tra umaninao4 e macchine autonome. Nao è impiegato nella ricerca robotica, nella didattica con i bambini, nell’assistenza agli anziani e nella didattica dei bisogni speciali. È un ottimo strumento per promuovere e rafforzare l’apprendimento delle materie scientifiche. Oggi l’Europa è impegnata in una sfida importante: promuovere l’alfabetizzazione informatica di tutti. Le campagne della Commissione Europea dedicate alla Digital Agenda indicano la preoccupazione e l’impegno dell’Europa verso il raggiungimento degli obiettivi Horizon2020: ridurre l’abbandono scolastico, aumentare e promuovere posti di lavoro ad alta tecnologia, riqualificare le professioni, promuovere l’interesse scientifico in particolare tra le ragazze, insegnare elementi di programmazione a tutti.

La gara

Gli studenti potranno programmare virtualmente Nao tramite il software Webots per poi testarlo sul robot umanoide durante la manifestazione finale. Nao Challenge Italia prevede una simulazione all’interno di un ambiente domestico. Il robot è parte integrante della casa e aiuta i suoi abitanti a vivere meglio. Lo scenario in cui i partecipanti faranno vivere Nao è il salotto di casa, in un sabato senza genitori: i grandi sono fuori, mentre i bambini giocano in sala. La sfida in cui gli studenti dovranno cimentarsi è articolata in cinque prove:

  1. PLAY WITH ME

Un bambino sta giocando con Nao in salotto. L’obiettivo è di immaginare, progettare e programmare un gioco interattivo in cui Nao gioca con o contro il bambino.

  1. MOVIE TIME

Nao è in salotto, arriva un bambino per guardare la televisione. Nao riconosce il bambino fra i cinque membri della famiglia, gli pone domande relative ai suoi gusti e al suo umore e, alla fine, gli propone diversi film fra cui scegliere. Dopo che il bambino avrà scelto, Nao riproduce il film sul computer remoto.

  1. LET’S PARTY

Le squadre devono progettare e sviluppare un sistema meccatronico grazie al quale Nao possa controllare l’illuminazione della stanza. L’obiettivo è di creare una luce multicolore controllata da Nao, integrata nel salotto.

  1. SWEETS & TRICKS

Due Nao vogliono prendere alcune caramelle e alcune palle dai ripiani di uno scaffale. L’obiettivo è far collaborare i due robot in modo che grazie all’aiuto di un carrello riescano a raggiungere gli scaffali più alti per prendere le caramelle e quello più basso per prendere le palle.

  1. ME & YOU

La Nao Challenge @Home è una gara creativa e divertente. La prova “Noi e voi” si incentra sulla creatività, lo spirito di squadra, l’animazione e l’interattività con la community.

I premi

Il Premio delle donne

La Nao Challenge @Home incoraggia le ragazze a partecipare e a diventare esperte di alta tecnologia. La squadra composta esclusivamente da ragazze che sommando i risultati delle 5 prove ottiene il punteggio più alto vince il Premio delle donne.

Il Gran Premio

La squadra che ottiene il maggior numero di ponti sommando i risultati delle 5 prove si aggiudica il Gran Premio e vince il robot Nao Evolution.

Ufficio stampa Fondazione Golinelli

Sabrina Camonchia
s.camonchia@fondazionegolinelli.it I 051.0251013 | 340.3806900

Annalisa Perrone

a.perrone@fondazionegolinelli.it I 051.0251007 | 347.5288400

Scuola di Robotica
Sandra Meloni
nao@scuoladirobotica.it I 347.8033903 I 348.0961616
http://nao.scuoladirobotica.it/
https://www.facebook.com/ScuoladiRobotica

Aldebaran
www.aldebaran.com/en/naochallenge