Mattarella: vicini alla Francia vittima della furia cieca e omicida del terrorismo

La Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro – Gruppo Lombardo – attraverso le parole del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che qui riportiamo, si unisce al cordoglio del Capo dello Stato francese Francoise Hollande per le vittime dell’attentato occorso ieri, 13 novembre 2015, a Parigi.

Mattarella a Hollande: «Gli italiani si stringono con affetto e vicinanza a tutto l’amico popolo francese, ancora una volta vittima della furia cieca e omicida del terrorismo»

«Seguo con crescente apprensione e forte dolore gli sviluppi dei barbari attacchi terroristici ancora in corso a Parigi. L’orrore che sta sconvolgendo la capitale francese e tutto il Paese lascia esterrefatti e sgomenti». Così il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel messaggio inviato al Presidente della Repubblica Francese, Francoise Hollande.

«A pochi mesi di distanza dalla tragedia del 7 gennaio, il terrorismo – ha continuato il Capo dello Stato – ha nuovamente aperto una ferita profonda nel cuore della Francia, della libertà e della democrazia.

L’Italia e tutti gli italiani in queste ore buie si stringono con affetto e vicinanza a tutte le famiglie delle vittime, ai numerosi feriti e a tutto l’amico popolo francese, ancora una volta vittima della furia cieca e omicida del terrorismo.

Desidero assicurarLe Signor Presidente il compatto sostegno dell’Italia per debellare la piaga del terrorismo, per vincere una battaglia di civiltà contro la furia oscurantista e per difendere i valori di democrazia, libertà, tolleranza su cui tutta l’Europa, oggi lacerata da un crimine senza precedenti, è stata fondata e si è sviluppata».

Roma, 14 novembre 2015

Fonte: sito ufficiale del Quirinale.