L’impresa per tutte le età

 

Loccioni lancia Bluzone Camp, una piattaforma di collaborazione e scambio tra scuola, lavoro e territorio,

per “mandare la vita in parallelo” ad ogni età.

 Schermata 2015-12-04 alle 14.45.52loccioni

 



C’era una volta prima lo studio poi il lavoro; prima la scuola poi le vacanze. C’erano una volta i bambini, i ragazzi, gli adulti, i saggi. C’era una volta la classe e l’impresa, l’insegnante e il manager. C’erano una volta e ci sono ancora, ma rimessi in gioco, insieme, di fronte a nuove emozionanti dimensioni: il progetto e il futuro. Bluzone Camp, che si svolge al termine dell’anno scolastico, è il nuovo progetto con cui Loccioni interpreta l’integrazione scuola – lavoro – territorio, rivolgendosi per la prima volta anche agli studenti più giovani delle scuole primarie e secondarie di primo grado ed alle scuole superiori “non tecniche”. Grazie al coinvolgimento dei comuni, degli insegnanti e dei genitori è stato creato un laboratorio estivo per l’orientamento e l’innovazione, in cui ogni studente ha la possibilità di partecipare alla realizzazione di un progetto, di intraprendere una sfida preziosa per la propria crescita e vivere da protagonista il mondo del lavoro. I nuovi progetti estivi sono Fuoriclasse: un laboratorio per bambini delle V elementari e delle II medie, dove tecnologia e fantasia di fondono, per progettare ciò che ancora non c’è, immaginare il futuro, proporre un’idea innovativa; Classe Virtuale Camp: pensato per gli studenti delle terze superiori (licei, istituti tecnici e commerciali), è un laboratorio attraverso cui ideare, realizzare e presentare un progetto, pensato per il futuro. Soprattutto, si è creata l’occasione per recuperare il grandissimo valore dello scambio, del confronto tra generazioni, tra mondi professionali, tra competenze diverse, in una magica alchimia che vede insieme, intorno al progetto, alunni della primaria e dottorati di ricerca, insegnanti e manager, guru tecnici e umanisti. Infatti in questo stesso periodo negli uffici e nei parchi dell’impresa di Angeli di Rosora, vanno in “onda” altri progetti appartenenti all’universo Bluzone; oltre agli studenti delle IV superiori per l’alternanza scuola lavoro, c’è Classe Virtuale: 30 ragazzi al quarto anno degli Istituti Tecnici che stanno progettando un tavolo interattivo dedicato proprio ai bambini; Grow On: 20 studenti di varie facoltà prossimi alla laurea magistrale che sviluppano nuovi modelli di business futuro; Open Academy: comunità di 21 dottorandi che seguono altrettanti progetti innovativi tra università e impresa. Senza dimenticare la presenza preziosa dei Silverzone, persone over 65 di grande esperienza (molti ex manager di grandi gruppi internazionali) e appassionati del mondo Loccioni, che mettono a disposizione il loro sapere per i ragazzi più giovani. E infine, come ogni anno, ci sono i figli dei collaboratori dai 5 anni in su, con il progetto Summer & Sons, che quest’anno saranno protagonisti di laboratori manuali, teatrali e linguistici, sempre nell’ottica di un apprendimento attivo e giocoso che sappia legare “sapere” e “fare”, divertimento e lavoro. E’ così che, raccogliendo spunti dal dibattito internazionale sul rapporto scuola-lavoro e sulle competenze del futuro, Loccioni diventa la prima impresa per tutte le età, un luogo-laboratorio in cui le relazioni creano ponti intergenerazionali per il raggiungimento di un obiettivo comune e dove l’apertura verso l’altro, la generazione di senso e l’intreccio di prospettive portano a scoprire la gioia dell’imparare scambiando. E’ questo l’obiettivo di Bluzone, progetto con cui Loccioni da sempre si rivolge ai giovani del territorio e di cui Bluzone Camp è la versione estiva. Vincitore nel 2003 del premio “Impresa e Cultura” e raccontato nel 2013 da Superquark su Rai 1, Bluzone è la palestra formativa del Gruppo Loccioni, che stimola la creatività e l’inventiva degli studenti, portandoli ad acquisire nuove competenze e ad orientarsi nella scelta del loro futuro lavorativo. Ogni anno il Gruppo ospita più di mille studenti di scuole superiori e università, offrendo loro l’opportunità di mettere scuola e lavoro in parallelo e vivere la realtà d’impresa durante l’anno scolastico. Bluzone Camp è frutto di una progettazione congiunta con gli insegnanti delle scuole del territorio, capitanati da Mirella Mazzarini, ex dirigente scolastica, Stefania Sbriscia, dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo di Serra S. Quirico e Leda Appolloni, ex professoressa di Liceo. Le scuole coinvolte sono l’Istituto Comprensivo “Don Mauro Costantini” di Serra S. Quirico, l’Istituto Tecnico-Commerciale “Pietro Cuppari”, l’Istituto di Istruzione Superiore “G. Galilei”, il Liceo Classico “V. Emanuele II” e il Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” di Jesi. Diversi sono stati i momenti di confronto fra il Team Loccioni e gli insegnanti del territorio per costruire insieme il progetto. Tra questi, tre incontri formativi dedicati agli insegnanti, tenuti da due consulenti storici del Gruppo, Luca Varvelli e Norberto Patrignani (i temi trattati hanno riguardato la comunicazione persuasiva, il lavoro di squadra, l’alfabetizzazione e saggezza digitale). L’idea progettuale è far sì che il mondo della scuola e quello dell’impresa, spesso troppo distanti, possano costruire insieme un percorso realizzante, formativo e che generi bellezza, conoscenza e crescita per gli studenti e la comunità tutta. Nell’ottica del coinvolgimento del territorio, importante è il contributo dei Comuni di Rosora, Mergo e Serra San Quirico, che oltre a sposare e promuovere l’iniziativa mettono a disposizione i pulmini per lo spostamento dei ragazzi.


LINK:

L’alleanza scuola lavoro: il recentissimo evento cui hanno partecipato tutti i dirigenti scolastici della regione e il sottosegretario MIUR Toccafondi;

La comunicazione relativa ai camp della scorsa estate;

La Rassegna Stampa (digitare la keyword “bluzone” dopo l’accesso)


®immagini e documenti: Loccioni Group