«Noi volevamo costruire una famiglia diversa da quella che avevamo avuto. Volevamo colmare ogni distanza, liberare i nostri figli da ogni autoritarismo, diventare un sol corpo con loro. Ci siamo illusi di avvicinarli. E, invece, eravamo arrivati solo allo strato più esterno ed estrinseco. L’abbiamo trasformata alla radice. Ma che famiglia abbiamo costruito?»

Massimo Ammaniti 

 L’evento

Venerdì 4 marzo, a Opificio Golinelli di Bologna (via Paolo Nanni Costa, 14), Massimo Ammaniti ha dialogato con la presidente dell’Associazione Salute Mentale Infantile Marilisa Martelli e con il direttore della Fondazione Golinelli Antonio Danieli sulla nuova natura della famiglia, sulle dinamiche moderne tra genitori e figli e sugli eventuali effetti di questa condizione. In occasione dell’uscita del libro “La famiglia adolescente” edito da Laterza, 2015.

 Il libro

Genitori che faticano a diventare adulti, figli che faticano a crescere. È la famiglia adolescente. Nessuno vuole emanciparsi, nessuno sembra volerlo davvero, perché la famiglia adolescente ha natura vischiosa e il distacco è molto più complesso che nel passato. Si mangia tutti assieme, insieme si guarda la tv. I nostri figli ci seguono quando viaggiamo, quando si va fuori con gli amici. Discutiamo di fronte a loro di quasi ogni argomento e, talvolta, li coinvolgiamo nei nostri contrasti coniugali. Condividiamo con loro i modi di vestire, i gusti, i comportamenti. Li difendiamo con i professori, parliamo con loro delle prime esperienze amorose e sessuali.

A prima vista sembra una condizione ideale. Ma siamo proprio sicuri che sia così?

Uno dei più importanti psicanalisti italiani racconta i nuovi rapporti tra genitori e figli.

L’autore

Massimo Ammaniti è professore onorario della Sapienza Università di Roma, psicoanalista dell’International Psychoanalytical Association ed è stato nel Board of Directors della World Association of Infant Mental Health. I suoi interessi di studio e di ricerca si sono indirizzati fondamentalmente all’area della genitorialità e della maternità, allo sviluppo infantile, con una particolare attenzione all’attaccamento, e infine all’area dell’adolescenza. Ha pubblicato molti testi scientifici, alcuni tradotti anche negli Usa e in Francia. Per Laterza è, tra l’altro, autore di Pensare per due. Nella mente delle madri (2008).


®immagini: Laterza editori