Goppion

Pietà Rondanini

La piattaforma realizzata da Goppion premiata con il “Global Best Project”

Nota Stampa

Milano, 18/07/2016 – L’innovativa piattaforma antisismica e antivibrante che sorregge e tutela la Pietà Rondanini nel suo nuovo allestimento nella sala dell’Ospedale Spagnolo del Castello Sforzesco vince il prestigioso Global Best Project nella categoria Specialty Construction assegnato dalla rivista Engineering News – Record.

L’azienda milanese Goppion Spa ha ingegnerizzato e realizzato il plinto metallico cilindrico su cui si eleva la statua, sotto il quale insiste il dispositivo antisismico dell’azienda giapponese Thk con Miyamoto International, in grado di proteggere l’opera da eventuali scosse e dalle vibrazioni delle due linee metropolitane che vi passano proprio sotto.

Il plinto è parte del nuovo allestimento progettato da Michele De Lucchi in collaborazione con il Politecnico di Milano, il Comune di Milano e la Soprintendenza del Castello Sforesco.

Si tratta di un installazione high tech in grado di creare l’atmosfera di un vero e proprio incontro ravvicinato con la Pietà Rondanini, isolandola da qualsiasi rischio – così può essere definito l’intervento della Goppion per la nuova collocazione della Pietà Rondanini nella sala dell’ospedale Spagnolo del Castello Sforzesco.

“Questo riconoscimento ci onora particolarmente tenendo conto che riguarda un’opera cui siamo particolarmente affezionati, ospitata all’interno del Castello Sforzesco, luogo che ha visto la prima realizzazione nella storia delle vetrine Goppion (per il museo degli Strumenti Musicali)” – sottolinea il Cavaliere del Lavoro Alessandro Goppion. “Un riconoscimento alla nostra azienda, ma anche – lo pensiamo – all’ingegno milanese celebre nel mondo”.