Identità del Gruppo e nuovi progetti

Qualche mese fa, il Gruppo lombardo ha intrapreso una ricerca tra i suoi soci per condividere alcuni concetti sull’identità, i valori dei Cavalieri del Lavoro e sulle attività, per orientare meglio il programma e gli appuntamenti. Ne è emerso uno spaccato interessante della nostra realtà e anche di ciò che ci accomuna, a volte tacitamente o visibile nei fatti, nelle vocazioni individuali. Una fotografia nella quale personalmente mi ritrovo.

Le risposte mostrano orgoglio e appartenenza verso l’onorificenza, verso i valori che esprime sia in termini di riconoscimento avuto a una carriera basata sui valori, sul desiderio di fare qualcosa in più della pura attività d’impresa, di incidere sulla propria comunità, sul territorio, anche a livello nazionale e internazionale. È evidente nelle risposte il desiderio di essere attivi nella società, esprimendosi con azioni concrete: quello che emerge è che bisogna proporre progetti chiari e semplici, in cui ciascuno possa dare un contributo, anche in termini di tempo, con obiettivi chiari e puntuali.

Tra le attività che il Gruppo viene chiamato a svolgere vengono privilegiate quelle rivolte ai giovani: le iniziative di formazione e diffusione della cultura imprenditoriale, le borse di studio, oppure iniziative per favorire l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro.

Per quanto riguarda invece le attività interne al Gruppo, gli incontri sociali sono connessi a workshop brevi e a testimonianze da parte degli stessi Cavalieri del Lavoro. Un’altra sottolineatura riguarda il desiderio di conoscersi meglio, anche visitando le aziende dei Cavalieri del Lavoro.

Il tema della comunicazione e dell’affermazione dell’identità e dei valori nei fatti concreti è veramente un tema che emerge da tutti, cosa che peraltro si riflette nei nuovi progetti del Gruppo, appunto connessi alla formazione, alla diffusione dell’imprenditorialità, al collegamento tra giovani e lavoro, temi emersi da quasi tutti i questionari ricevuti.

Una grande opportunità, cui tutti noi siamo chiamati a dare un contributo.

Il Presidente, Cav. Lav. Luigi Roth