Al via il “Mini Master” per gli artigiani del futuro

Sono stati annunciati i 20 fortunati vincitori del progetto di Fondazione Cologni: “Una Scuola, un Lavoro. Percorsi di Eccellenza”, edizione 2018/2019.
I candidati prescelti, giovani neodiplomati, neolaureati e neoqualificati provenienti dalle Scuole di arti e mestieri di tutta Italia, seguiranno a novembre un “Mini Master” di 4 settimane, realizzato ad hoc insieme a prestigiosi atenei milanesi, prima di svolgere il tirocinio di 6 mesi che li vedrà impegnati ad approfondire le proprie conoscenze a stretto contatto con grandi Maestri artigiani italiani.
Leggi di più

Stefano Nicolao,
quando l’arte del costume va in scena

Stefano Nicolao nasce a Venezia nel 1954. Dopo il liceo artistico abbraccia la carriera di attore, formandosi presso il Teatro “L’Avogaria” di Venezia, diretto da Giovanni Poli. Contemporaneamente inizia a fare l’assistente di sartoria teatrale, cinematografica e televisiva. Negli anni ‘80 costituisce la “Nicolao Atelier”, per impegnarsi nello studio filologico di costumi storici, soprattutto veneziani, e dei loro accessori.

Ci racconti la sua storia. Qual è la sua formazione?
Nel 1971, mentre stavo terminando gli studi al liceo artistico, ebbi la possibilità di entrare alla scuola di Giovanni Poli del Teatro “L’Avogaria” di Venezia. Lì cominciò la mia formazione teatrale che proseguì da professionista recitando in varie compagnie. L’ amore per il teatro e la preparazione artistica mi attiravano dietro le quinte per assistere alla preparazione di scene e costumi. Così nel 1977 decisi che il costume sarebbe stato il mio lavoro e divenni direttore di sartoria al Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia.
Leggi di più

Il successo di Homo Faber e l’arrivederci al 2020

Si è concluso il 30 settembre il grande evento internazionale dell’artigianato d’eccellenza europeo “Homo Faber: Crafting a more human future”, realizzato dalla Michelangelo Foundation con il supporto di Fondazione Cologni, La Triennale Design Museum di Milano, Fondation Bettencourt Schueller, Fondazione Giorgio Cini di Venezia.
Leggi di più

“La bellezza del tempo” presentato da Pisa Orologeria

Un’esposizione esclusiva, presso gli spazi di Orologeria Pisa, con una selezione di creazioni iconiche delle Maison appartenenti alla Fondation de la Haute Horlogerie (FHH), è stata la cornice di presentazione del volume “La bellezza del tempo” di François Chaille e Dominique Fléchon, pubblicato da Marsilio Editori.
Il libro è stato presentato dal Presidente della Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, Franco Cologni e dalla Presidentessa della FHH, Fabienne Lupo: l’occasione perfetta per immergersi nell’atmosfera sospesa nel tempo, resa percepibile grazie alla cura per il dettaglio e il grande savoir-faire dei maestri orologiai.
Leggi di più

Fatti ad Arte, al via la II edizione a Biella

Dopo il successo della prima edizione riparte “Fatti ad Arte”, a Biella dal 26 al 28 ottobre, iniziativa nata da un’idea di Cristiano Gatti per valorizzare l’alto artigianato artistico, espressione del patrimonio di bellezze dell’Italia.
La manifestazione presenta, nel suggestivo scenario di Biella Piazzo, all’interno degli edifici storici Palazzo Ferrero e La Marmora, l’arte dei grandi maestri artigiani.
Leggi di più

La Caccia al tesoro del Museo Bagatti Valsecchi

Il 7 ottobre, per le strade di Milano, si è tenuta “Moeuves – la caccia ai tesori di Milano”, una grande caccia al tesoro culturale, organizzata dai ragazzi del Museo Bagatti Valsecchi in collaborazione con Fondazione Cologni e 5Vie art+design, con l’intento di coinvolgere centinaia di giovani sia fisicamente, tra le vie di Milano, sia in modalità digitale, attraverso i supporti smartphone e una piattaforma online dedicata.
Leggi di più

Gioielli. Dall’Art Nouveau al 3D printing

Alba Cappellieri
Milano, Skira 2018

Il volume propone uno straordinario repertorio di gioielli, orafi e grandi maison internazionali che, a partire dagli inizi del Novecento a oggi, hanno interpretato le evoluzioni del gusto in forme preziose. Un viaggio senza confini, dalla Francia all’Asia, dagli Stati Uniti all’Italia, dall’Inghilterra alla Germania, dall’Olanda ai paesi del Nord: dai capolavori dell’Art Nouveau di Lalique, Vever e Fouquet all’eleganza dell’Art Déco con le meraviglie di Cartier, Boucheron, Tiffany, Mario Buccellati e Fabergé; dalle invenzioni di Van Cleef & Arpels e di Bulgari negli anni cinquanta alle avanguardie olandesi e al gioiello d’artista degli anni sessanta, fino alle proposte dei designer e degli stilisti della contemporaneità. Per arrivare infine al nuovo millennio, con l’introduzione della manifattura digitale come la stampa 3D e le tecnologie indossabili, ma anche dei nuovi processi creativi, produttivi, distributivi e comunicativi determinati dall’open source, che stanno definendo gli scenari del gioiello del futuro. Un approfondito saggio storico-critico introduce un’eccezionale selezione di immagini, pensata come una galleria ideale dei capolavori dell’arte orafa dal XX secolo a oggi, accompagnate da un ricco glossario sulle tecniche e i materiali sia tradizionali che innovativi.
Maggiori informazioni