Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte: Newsletter dicembre 2018

“Lo scultore della seta. Roberto Capucci, il sublime nella moda” presentato presso Villa Appiani

Lo scorso 5 dicembre, nella cornice della Palazzina Appiani, splendida sede del FAI nel cuore di Milano, si è tenuta la presentazione del libro “Lo scultore della seta. Roberto Capucci, il sublime nella moda” scritto da Gian Luca Bauzano, autorevole firma del Corriere della Sera, edito da Marsilio, a cura di Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte.
Una sala gremita di ospiti ha accolto con entusiasmo Roberto Capucci, indiscusso Maestro della moda e del saper fare, che in oltre 70 anni di attività ha creato non solamente abiti, ma vere sculture, straordinarie architetture in tessuto da indossare, sempre stupefacenti e innovative. Il Maestro Capucci, insieme a Gian Luca Bauzano e Alberto Cavalli, ha ricordato la sua storia: dagli esordi a villa Giorgini negli anni ‘50, agli abiti appositamente realizzati per grandi dive di Hollywood e principesse, fino alla decisione di allontanarsi dal sistema moda e fare dei suoi abiti vere e proprie opere d’arte, quando nel 1995 venne chiamato a esporre alla Biennale d’Arte di Venezia.
Leggi di più

Lucia Costantini, merletti buranesi

Nata a Burano (Ve), dove vive, Lucia Costantini lavora il merletto ad ago fin da bambina, quando apprende gli antichi segreti di quest’arte dalle donne della sua famiglia. Dotata di grande talento, realizza da sola i progetti grafici delle sue opere, che poi trasforma in merletti tradizionali e bianchi oppure innovativi e policromi.

Ci racconti la sua storia. Quando e come ha iniziato a realizzare merletti?
Ho imparato da giovanissima questo lavoro alla Scuola Merletti di Burano, ma le mie prime maestre furono mia nonna (il suo cuscino è ora al Museo del Merletto), che ho sempre visto lavorare tantissimo, soprattutto con il “punto Burano”; e mia mamma, un’abile merlettaia. Da bambina, guardavo incuriosita le “strinsiole”, era così affascinante sentire lo schiocco del ditale sulla carta mentre l’ago scivolava punto su punto a creare quella trama che nasceva dal nulla. Frequentai corsi di disegno, comprai i quaderni di Leonardo da Vinci per studiare la prospettiva, il chiaroscuro, la figura. Cominciai a girare per musei con altri occhi.
Leggi di più

Una nuova collezione permanente per il Museo del Gioiello di Vicenza

Il 14 dicembre scorso è stato inaugurato, con una selezione completamente rinnovata, il terzo biennio del Museo del Gioiello di Vicenza, promosso da Italian Exhibition Group Spa, in partnership con il Comune di Vicenza.
La terza edizione è visitabile fino alla fine del 2020: 310 pezzi unici ed esclusivi, 9 curatori e 9 sale, ognuna delle quali accoglie una diversa accezione del gioiello, in un caleidoscopio di epoche, geografie, contenuti e provenienze.
Leggi di più

“Manlio Rho: il senso del colore. Tra tessile e arte”

Dal 19 ottobre 2018 al 31 marzo 2019, presso le sale del Museo della Seta di Como, è possibile visitare la mostra “Manlio Rho: il senso del colore. Tra tessile e arte”, curata da Luigi Cavadini e Francina Chiara.
L’esposizione ha il preciso obiettivo di far conoscere un aspetto quasi inedito dell’artista astrattista italiano: il suo rapporto con il colore e il disegno tessile.
La mostra, infatti, esplora le pratiche del pittore nell’ambito dei tessuti come disegnatore ed esperto di colore.
Leggi di più

“Mario Bellini. L’architettura del vetro, il vetro dell’architettura”

Fino al 3 marzo 2019, presso il Museo del Vetro di Murano (VE), è possibile visitare la mostra dedicata a Mario Bellini. Figura di rilievo internazionale nell’ambito dell’architettura e del design, è al centro di un importante approfondimento che la Fondazione Musei Civici di Venezia ha voluto proporre in occasione della Venice Glass Week di settembre. La grande retrospettiva è la prima mostra focalizzata sul suo studio del vetro e presenta: quasi al completo i suoi progetti vetrari.
Leggi di più

Salviamo il legno di Stradivari

Il maltempo di fine ottobre ha colpito in modo irreparabile la Val di Fiemme, distruggendo oltre due milioni di alberi, tra i quali ci sono anche rari tronchi di risonanza, un legno prezioso per la lavorazione di strumenti musicali. Per salvare questi alberi, la ditta Ciresa di Tesero (TN) ha lanciato un’operazione di crowdfunding: “Salviamo il legno di Stradivari”, che prevede un prestito temporaneo in denaro, non una donazione.
Due sono le modalità di adesione, scopri come aiutare il legno di Stradivari.
Leggi di più

La bellezza del tempo

con la prefazione di Franco Cologni
Un libro di François Chaille e Dominique Fléchon
Marsilio Editori, Venezia, 2018

“La bellezza del tempo” raccoglie una ricca selezione di meraviglie dell’orologeria – segnatempo, pendole, orologi da tasca e da polso – e propone un viaggio nel tempo alla scoperta di pezzi magistrali, tra tecnica, estetica e abilità straordinarie, commentati da un noto storico dell’orologeria. Accompagnati da un testo che illustra l’ambiente culturale e artistico nel quale sono stati creati, vengono messi a confronto con capolavori dell’arte e con i progressi tecnici di ogni periodo. Questo volume, che offre al lettore le chiavi per comprendere l’evoluzione del gusto estetico, è rivolto non solo agli appassionati e collezionisti di orologeria, ma anche a coloro che amano la storia, l’arte e le arti decorative.
Maggiori informazioni