La complessità del mondo dei Millennials sta contagiando l’intera filiera della moda, viaggiando a ritroso dallo store alla manifattura, con una velocità mai registrata dai fenomeni industriali. Lo scenario è stato confermato nel corso del 23° Summit Pambianco Deutsche Bank, che è stato l’occasione per approfondire quanto e come stia cambiando l’intero percorso del prodotto, da monte a valle, sotto la pressione della rivoluzione tecnologica.

Per merito, o a causa, della moda ultra-connessa, il nuovo baricentro, anzi, i nuovi baricentri si spostano verso il consumatore. L’engagement pre e post vendita con il cliente, identificato con i Millennials se non con la generazione Z, è sempre più il momento decisivo della partita.
L’accelerazione delle informazioni, e la moltiplicazione delle capacità di elaborazione delle  stesse, ha reso reale quella che sembrava fantascienza: un’industria a-misura-di-domanda, in cui strategie di design, di produzione, di distribuzione e, finanche, di gestione delle rimanenze, è allineata quasi in tempo zero alle richieste del mercato.

Questa complessità richiede considerevoli sforzi da parte delle aziende, con l’impiego  di risorse umane e finanziarie. Non solo la distanza ridotta tra brand e consumatore ha  moltiplicato i driver, e ne ha accelerato le trasformazioni, ormai ininterrotte, bensì sta  imponendo una totale visibilità sull’origine del prodotto, da qui l’imperativo della qualità che
diventa un fattore imprescindibile.

Dunque, la complessità nasce a valle e si trasferisce a monte. Si tratta di mutamenti strutturali e di mentalità che, fino a oggi, sono stati affrontati dalle aziende con risultati molto differenti a seconda delle dimensioni e, soprattutto, del segmento di mercato di appartenenza.
Dal confronto tra aziende del lusso e del non lusso emerge una moda che si muove a due  velocità, ma con un progressivo distacco tra i due mondi. La ‘frattura’ è evidente nelle  ricerche presentate all’evento, il cui resoconto è nelle pagine interne. Il lusso ha realmente  tracciato un nuovo sentiero per arrivare a giocarsi la partita della complessità. È presto per  dire se e come riuscirà a vincerla. Ma, intanto, i Millennials appaiono un po’ meno lontani.