BREVETTI 2011

I CAVALIERI DEL LAVORO LOMBARDI NOMINATI NEL 2011

Il 19 ottobre il Capo dello Stato Giorgio Napolitano ha consegnato le onorificenze ai 25 nuovi Cavalieri del Lavoro. Sei di questi appartengono al Gruppo Lombardo. Di seguito le loro presentazioni (fonte: www.cavalieridellavoro.it)

ARGIOLAS Francesco Vitivinicola Sardegna;
AZZI Alessandro Credito Lombardia; profilo
BANCHERO Lorenzo Servizi armatoriali Liguria;
BANCI Enrico Industria Tessile Toscana;
BERNABE’ Franco Telecomunicazioni Lazio;
BOGLIONE Marco Abbigliamento Piemonte;
BRANCA DI ROMANICO Niccolò Industria Alimentare Lombardia; profilo
CATTANEO Flavio Energia Lazio;
CECCARDI Pierluigi Industria Meccanica Lombardia; profilo
COLOMBO Antono Edilizia Lombardia; profilo
DOMENICHINI Giovannina Industria Meccanica Emilia Romagna;
MACCAFERRI Gaetano Industria Meccanica e varie Emilia Romagna;
MARINELLA Maurizio Abbigliamento Campania;
MORETTI Luigi Industria Meccanica Marche;
PAGLIERI Debora industria Chimica-Cosmetica Piemonte;
PONZELLINI Massimo Edilizia Emilia Romagna;
RICCIULLI Paolo Industria Alimentare Campania
ROSSI ILLY Anna Industria Alimentare Friuli Venezia Giulia;
ROSSO Renzo Abbigliamento Veneto
ROVATI Luigi Industria Farmaceutica Lombardia; profilo
RUSSO Giovanni Industria conciaria Campania
SALVIONI Giovanni Commercio Lombardia; profilo
THEODOLI PALLINI Diana Agricoltura Toscana
VINCI Angelo Michele Industria Meccanica Puglia
ZEGNA DI MONTERUBELLO Ermenegildo Industria Tessile-Abbigliamento Piemonte

 


Alessandro AZZI

Nato a Montichiari (Brescia) nel 1950

Decreto del 31 maggio 2011

Brevetto n. 2680

Settore: Attività creditizia e assicurativa

Lombardia

Credito

Laureato in giurisprudenza nel 1973, con 110 e lode, presso l’Università degli Studi di Parma, esercita la professione di avvocato con studio in Montichiari (BS). Dal 1985 è presidente della Banca di Credito Cooperativo del Garda, già Cassa rurale Colli Morenici. Sotto la sua guida, nell’ultimo decennio, la Banca di Credito Cooperativo del Garda ha registrato un notevole sviluppo rafforzandosi nel presidio territoriale, nel numero dei soci, nell’occupazione e nella raccolta diretta e indiretta. Dal 2000 al 2010 gli sportelli sono passati da 22 a 32, i soci da 3.514 a 8.469, i dipendenti da 189 a 271, mentre la raccolta ha superato 1,5 miliardi di euro con una crescita degli impieghi che si sono attestati su 1,3 miliardi di euro, a sostegno dell’economia, delle famiglie e delle imprese del territorio. Il rafforzamento della BCC del Garda è confermato anche dall’incremento del patrimonio, che ha superato i 165 milioni di euro. Dal 1991 è anche presidente della Federazione Lombarda delle BCC e della Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo-Casse Rurali – Federcasse – che rappresenta le 415 Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali italiane. Nell’organizzazione sussidiaria del Credito Cooperativo Federcasse, oltre che svolgere una funzione essenziale di indirizzo delle finalità mutualistiche e locali della cooperazione di credito, promuove lo sviluppo delle Banche di Credito Cooperativo e delle Casse Rurali ed Artigiane attraverso le Federazioni locali. In Italia le 415 Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali per la loro presenza capillare attraverso 4.375 sportelli in 2.683 Comuni – in 550 dei quali costituiscono l’unica realtà bancaria – rappresentano il 13% della rete bancaria italiana. Dal 2000 al 2010 il Credito Cooperativo ha conosciuto uno straordinario sviluppo: la raccolta è passata da 56,8 a 151 miliardi di euro, gli impieghi da 43,5 a 135,3 miliardi di euro (a cui si aggiungono circa 10 miliardi di euro di impieghi delle banche di secondo livello), il patrimonio da 9,5 a 19,2 miliardi di euro. Come presidente di Federcasse, tramite il Comitato promotore, è impegnato nella realizzazione della costituenda Banca del Mezzogiorno. Nell’ambito del Credito Cooperativo è consigliere di amministrazione e membro del Comitato esecutivo di Iccrea Holding SpA, la capofila del Gruppo Bancario Iccrea, di cui è stato presidente dal 1995 al 1997 e dal 2001 al 2003. Dalla costituzione, nel 2000, è presidente della Fondazione Tertio Millennio, la onlus del Credito Cooperativo Italiano. Dal 2004, sempre dalla costituzione, è presidente del Fondo di Garanzia degli Obbligazionisti. Dal 2005 è consigliere dell’Ecra-Edizioni del Credito Cooperativo e della Fondazione Enzo Badioli, figura di spicco del movimento cooperativo. Dalla sua costituzione, nel 2008, è presidente del Fondo di Garanzia Istituzionale. Dal 1991 è consigliere e componente del Consiglio di Presidenza della Confederazione Cooperative Italiane in rappresentanza del Credito Cooperativo. È consigliere e membro del Comitato Esecutivo dell’Associazione Bancaria Italiana, di cui è stato anche vice presidente dal luglio 2008 al luglio 2010. Dal luglio 2008 al luglio 2010 è stato consigliere della Fondazione Felice Gianani, costituita dall’ABI nel 1993. Inoltre, sempre nell’ambito dell’ABI, dal 1999 è componente del Comitato Piccole Banche e dal 2008 è consigliere della Federazione Banche Assicurazioni e Finanza. Dal 1999 è consigliere della Camera di Commercio di Brescia. Da luglio 2005 è componente del Consiglio Direttivo dell’AIRC e da gennaio 2006 ricopre la carica di consigliere di amministrazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, di cui dal 2010 è anche membro del Comitato Direttivo. È inoltre componente del Comitato Scientifico presso il Comitato Nazionale Italiano Permanente per il Microcredito. Nel 2009 gli è stato attribuito il Premio Guido Carli-Banchiere dell’Anno.

Presidente Banca di Credito Cooperativo del Garda
Presidente Federcasse
Presidente Federazione Lombarda delle Banche di Credito Cooperativo
Presidente Fondazione Terzo Millennio

Niccolò BRANCA DI ROMANICO

Nato a Saint Julien (Francia) nel 1957

Decreto del 31 maggio 2011

Brevetto n. 2685

Settore: Industria

Lombardia

Industria alimentare

Rappresentante della quinta generazione della famiglia Branca, è presidente e amministratore delegato di Branca International SpA, holding del Gruppo che controlla l’italiana Fratelli Branca Distillerie Srl, l’argentina Fratelli Branca Destilerias SA e la Branca Real Estate Srl. Il Gruppo è leader nel settore dei liquori dal 1845, anno in cui Bernardino Branca avvia a Milano, in Corso di Porta Nuova, lo stabilimento e inventa l’amaro che sarà riconosciuto e apprezzato in tutto il mondo per la sua naturalità e qualità. Oggi il fatturato consolidato del Gruppo supera i 200 milioni di euro e i dipendenti sono 211. Al timone dell’azienda dal 1999, ha adottato molteplici politiche di sviluppo, che hanno consolidato ed esteso le posizioni del Gruppo nei mercati di Nord Europa e Nord e Sud America. L’innovazione del portafoglio prodotti (agli storici Fernet-Branca, Stravecchio Branca e Brancamenta si sono aggiunti nuovi prodotti tra cui Grappa Candolini, Caffè Borghetti, Punt e Mes, vini e spumanti e, dal 2009, la distribuzione dei prodotti Rémy-Cointreau), la riorganizzazione della struttura societaria, l’ingresso di management qualificato, la creazione di una struttura dedicata all’export, i piani per mercati strategici come Stati Uniti d’America, Sud America e Nord Europa, i consistenti investimenti in Ricerca e Sviluppo e l’attenzione costante alla qualità dei prodotti, grazie anche al Centro Studi F.lli Branca, hanno infatti consentito il raggiungimento di importanti obiettivi: la presenza in oltre 160 paesi nel mondo e un fatturato generato per oltre il 50% dall’export. La politica di ridisegno dell’assetto societario parte nel 1998 con la costituzione della holding del Gruppo, Branca International SpA. Nel 2000 è inaugurato lo stabilimento di Tortuguitas a Buenos Aires. Dal 2002 Branca International SpA, con la controllata Branca Real Estate Srl, estende la sua presenza nel settore Real Estate in Italia e all’estero. Dal 2005, avvia la riconversione delle unità produttive non utilizzate, la separazione delle società delle attività produttive e commerciali dal patrimonio immobiliare e la diversificazione degli investimenti. In continuità con i valori che per cinque generazioni hanno ispirato l’attività industriale della famiglia Branca, ha introdotto il codice etico, il bilancio ambientale, un Organismo di Vigilanza di controllo interno, un sistema di gestione della qualità e sicurezza alimentare certificato in conformità agli standard internazionali BRC e IFS e un sistema di gestione per la sicurezza e salute sul lavoro. È stato consigliere di Tamburi Investment Partners SpA (TIP) e di New Investment Company SpA. Dal 1990 al 1998 è stato fondatore, con un gruppo di amici, e successivamente presidente, di una società finanziaria divenuta poi Banca Ifigest SpA. Attualmente è consigliere di Federvini e fa parte del Consiglio Direttivo di Centromarca. Interessato alle scienze umane, dopo il diploma in ragioneria a pieni voti e il servizio di leva nell’Arma dei Carabinieri, completa la propria formazione con studi di psicologia. Impegnato anche in campo culturale, nei primi anni ’90 è presidente di Kosmos Ethos, un’associazione culturale di interrelazione tra religione e filosofia, scienza ed arte, etica e tecnica, collabora con un’associazione di ricerche olistiche e scrive articoli per una delle prime riviste del genere in Italia. È vicedirettore di un magazine trimestrale dal titolo “Cyber Ricerche Olistiche”. Nel 1991 è direttore della collana “Saggezza scienza e tecnica” della casa editrice Nardini di Firenze. Appassionato di sport, ha partecipato a concorsi ippici nazionali e internazionali, oltre che a spedizioni in Zaire, Zambia e Indonesia. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui nel 2007 il Premio Risultati promosso da Bain&Company, Il Sole 24 Ore, Centrale dei bilanci e Università L. Bocconi di Milano e nel 2007 la nomina a professore onorario presso la Universidad del Salvador di Buenos Aires, dove presso la Facoltà di Economia tiene periodicamente lezioni. Ha fatto parte del Comitato Consultivo del Comune di Milano per le celebrazioni cittadine del 150o anniversario dell’Unità d’Italia.

Presidente e Amministratore Delegato Fratelli Branca Distillerie Srl
Presidente e Amministratore Delegato Branca International SpA
Presidente Fratelli Branca Destillerias SA
Vice Presidente Branca Real Estate Srl

Pierluigi CECCARDI

Nato a Marcaria (Mantova) nel 1939

Decreto del 31 maggio 2011

Brevetto n. 2687

Settore: Industria

Lombardia

Industria meccanica

È presidente di Raccorderie Metalliche SpA, azienda leader nei sistemi di raccordi metallici a pressare e a saldare per i suoi innovativi processi nello stampaggio “a freddo” e “a caldo”. Dopo il diploma di ragioniere ottenuto nel 1959 con il massimo dei voti, per i meriti scolastici viene chiamato in Edison SpA a Milano. A 24 anni, viene scelto da una società del Gruppo Edison, la Fargas SpA, per affidargli la responsabilità del servizio commerciale nelle province di Bolzano, Brescia, Mantova, Trento, Verona e Vicenza. Incoraggiato a mettersi in proprio, fonda nel 1970 Raccorderie Metalliche, di cui è presidente dal 1980, anno in cui la società è trasformata in SpA. Azienda leader a livello nazionale nel settore delle raccorderie, oggi vanta un capitale sociale di oltre 3 milioni di euro e nel 2010 un fatturato di 70 milioni di euro, di cui il 64% realizzato sui mercati esteri, in particolare europei e dell’estremo Oriente. Nei due stabilimenti di Mantova lavorano 275 dipendenti. Tutti nell’azienda, dalla dirigenza alle maestranze, sono impegnati quotidianamente nell’innovazione e nella ricerca. I risultati sono dimostrati dagli innovativi processi produttivi e dal numero di brevetti internazionali – 14 – di cui oggi l’azienda è titolare. Da oltre 40 anni protagonista nel settore, il Gruppo opera con marchi tutti depositati: Inoxpres, Pratiko, Aespres, Marinepres, Besser. Tutta la produzione è garantita da un’ampia gamma di certificazioni (ISO 9002, TUV, DVGW, ETA, SVGW, SITAC, CSTB, WRAS, e OVGW). Attualmente la famiglia Ceccardi, dopo aver riacquistato il 4,4% in mano all’allora Cassa di Risparmio di Mirandola, ora Banca CR di Firenze, detiene il 100% del pacchetto azionario delle Raccorderie Metalliche. A sua volta, Raccorderie Metalliche controlla la maggioranza del pacchetto azionario di Inoxpres SA, costituita a Barcellona in Spagna per la distribuzione commerciale dei prodotti nella penisola Iberica, come la RM Pressfitting GmbH a Monaco di Baviera per l’intero territorio tedesco. Attento alla tutela della salute e della sicurezza sul lavoro, in ogni stabilimento ha approntato un’infermeria presidiata da un medico, una cabina silente per l’audiometria e apparecchi per la spirometria. A dicembre 2010 l’azienda ha ottenuto, attraverso il Det Norske Veritas, la certificazione ambientale in accordo con la Norma UNI EN ISO 14001. Gli investimenti in professionalità qualificata sono attestati anche dalle 2.500 ore dedicate alla formazione dei dipendenti. Dal 1979 al 1986 è consigliere della Banca Popolare di Poggio Rusco, successivamente incorporata nella Banca Popolare di Bergamo-Credito Varesino; dal 1997 al 2004 è consigliere della Cassa di Risparmio di Mirandola. Dal 2004 al 2007 è membro del Consiglio di Amministrazione della Banca CR Firenze e del Consiglio di Amministrazione dell’Aeroporto Valerio Catullo di Verona per designazione del Comune, della Provincia, dell’Associazione Industriali e della Camera di Commercio di Mantova. Dal 2004 al 2008 è anche consigliere della Società ADG Training, che si occupa di formazione per gli Aeroporti del Garda. Da maggio 2009 fino a ottobre 2010 ha fatto parte del Consiglio di Amministrazione di Unicredit Corporate Banking. È stato fra gli ideatori del Premio Pico della Mirandola. Da aprile 2010 siede nel Consiglio di Amministrazione de “Il Sole 24 Ore” e da gennaio 2011 è membro del Comitato Consultivo Divisionale Corporate and Investment Banking di Unicredit. Dal 2004 al 2008 è presidente del Fondo Cometa, il fondo chiuso dei metalmeccanici. È stato vice presidente e, dal 2002 al 2006, presidente dell’Associazione Industriali di Mantova, oltre che vice presidente del Confidi di Mantova, presidente di Assoservizi Srl, Immobilindustria SpA e Consorzio Assindustria Energia Mantova. Dal 2002 al 2006 componente del Direttivo di Confindustria Lombardia, nel 2004 diviene componente della Giunta di Confindustria. Dal 2008 è presidente di Federmeccanica, di cui è stato consigliere dal 1985 e vice presidente dal 2004 al 2008. Dal 2006 al 2010 è consigliere della Fondazione Comunità Mantovana, onlus di cui sostiene gli interventi a favore delle persone bisognose del territorio.

Presidente Raccorderie Metalliche SpA
Presidente Federmeccanica

Antonio COLOMBO

Nato a Lecco nel 1933

Decreto del 31 maggio 2011

Brevetto n. 2688

Settore: Industria

Lombardia

Industria edile

Dal 1959 è presidente della Colombo Costruzioni SpA, l’azienda di famiglia fondata dal nonno Guglielmo nel 1905, dove è entrato nel 1952, dopo aver conseguito il diploma di geometra. A 26 anni, per l’improvvisa scomparsa del padre, si trova ad assumere la responsabilità di un’impresa con più di 200 dipendenti e numerosi e importanti cantieri in corso. Sotto la sua direzione la Colombo Costruzioni ha progressivamente ampliato competenze e raggio d’azione investendo in innovazione tecnologica, ricerca, formazione, qualità e sicurezza. Già all’inizio degli anni ’80 ha introdotto in azienda il primo sistema di progettazione computerizzata (CAD) in un’impresa edile, poi sviluppato e integrato con tutte le attività aziendali. Oggi l’impresa, con 180 dipendenti e un indotto di oltre un migliaio di lavoratori, è in grado di gestire un’articolata serie di attività e settori specifici: general/main contractor, project financing, global service e gestione di patrimoni immobiliari. Le realizzazioni degli anni 1960-1980, come la Funivia ai Piani d’Erna (il primo impianto in Europa a campata unica), gli edifici industriali e i cantieri navali, le sedi di istituti di credito, i complessi residenziali e alberghieri, erano già considerate tra le più innovative per architettura e tecnologia. Dagli anni ’90 ha realizzato opere progettate da grandi architetti di fama internazionale, tra cui: con Renzo Piano l’Auditorium Parco della Musica a Roma, la sede della Banca Popolare di Lodi nell’omonima città e il Centro Meridiana a Lecco; con Vittorio Gregotti la ristrutturazione della sede del Corriere della Sera e della Gazzetta dello Sport a Milano e la sede della UBI Banca a Briescia; con Paczowsky-Zanuso l’Ospedale Alessandro Manzoni a Lecco, uno dei più avanzati e funzionali in Italia. Attualmente sta costruendo importanti opere, come la nuova sede Sky Italia a Milano, il complesso Porta Nuova- Garibaldi sempre a Milano, progettato da Cesar Pelli, nella cui realizzazione viene seguita la normativa della certificazione LEED (The Leadership in Energy and Environmental Design), che consente la valutazione delle prestazioni energetiche e ambientali degli edifici. La stessa certificazione è stata adottata per il centro polifunzionale sull’area ex Michelin a Trento, progettata da Renzo Piano. Nel 2010 l’azienda ha tagliato il traguardo di 105 anni di attività. È socio di AIdAF (Associazione Italiana delle Aziende Familiari). Da sempre impegnato in attività di carattere sociale e di solidarietà, è sostenitore del restauro della Chiesa di Santa Marta di Lecco, iniziato nel 2010 sotto la supervisione della Soprintendenza ai Beni Culturali. È vice presidente del Laboratorio Missionario di Lecco, associazione onlus del PIME, per il quale a Watuluma, in Papua Nuova Guinea, ha realizzato un ospedale e l’High School, mettendo a disposizione personale e know how dell’azienda per la formazione della manodopera locale, ora in grado di operare autonomamente. È sostenitore del progetto del padre camilliano Giovanni Contarin in Thailandia per l’aiuto e la cura di bambini sieropositivi orfani o abbandonati. Sponsor unico dal 1992 dell’Atletica Lecco, ora Atletica Lecco-Colombo Costruzioni, ha rilanciato la società, che ha raggiunto risultati di rilievo anche a livello internazionale. È Commendatore dell’Ordine di S. Gregorio Magno. Nel 12011 la Colombo Costruzioni è stata inserita nel registro delle imprese storiche di Unioncamere, istituito in occasione del 150o anniversario dell’Unità d’Italia.

Presidente Colombo Costruzioni SpA
Presidente Fin. Col. SpA
Presidente Imm. Co. Srl
Presidente Co. Fin. Srl

Luigi ROVATI

Nato a Casanova Lonati (Pavia) nel 1928

Decreto del 31 maggio 2011

Brevetto n. 2698

Settore: Industria

Lombardia

Industria farmaceutica

È fondatore e presidente di Rottapharm SpA, società a capo del Gruppo Rottapharm|Madaus che si colloca tra i principali gruppi farmaceutici europei. Il Gruppo ha fatturato nel 2010 circa 600 milioni di euro e investe ogni anno in Ricerca & Sviluppo circa il 15% dei proventi nel mercato del farmaco di prescrizione, conta oltre 1.900 collaboratori, dei quali 550 in attività di ricerca e sviluppo. Le attività commerciali e distributive si svolgono oggi in più di 85 paesi del mondo, mentre gli stabilimenti produttivi si trovano in Italia, Germania, Spagna, Irlanda, India. Il Gruppo Rottapharm|Madaus è una delle pochissime realtà italiane attive nella ricerca del farmaco a livello internazionale. Dopo la laurea in medicina e chirurgia all’Università di Pavia nel 1953, con pieni voti e lode, si specializza in farmacologia, disciplina in cui consegue la libera docenza nel 1959. Dopo un’intensa attività nella ricerca scientifica di base e nella ricerca applicata allo sviluppo di nuovi farmaci, sia in Italia sia in Belgio, dove collabora con il prof. Heymans, Premio Nobel per la Medicina, in Germania e Olanda, nel 1961 fonda a Monza il Rotta Research Laboratorium, laboratorio per la ricerca e lo sviluppo di nuovi farmaci, e successivamente avvia le attività commerciali con il nome di Rottapharm. Ha scoperto e brevettato farmaci nel campo della reumatologia, gastroenterologia, del sistema nervoso centrale e dell’apparato bronco-respiratorio e in oncologia, nonché nuovi sistemi di rilascio di farmaci in ginecologia e cardiologia. I brevetti depositati in Italia, estesi in molti paesi del mondo, sono oltre 300. È autore di oltre 300 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali. Nel dicembre 1999, con l’acquisizione dei Laboratori Guieu, Rottapharm entra nel settore della dermocosmesi con due marchi, Saugella e Babygella, leader in Italia e lanciati con successo in altri mercati internazionali. Nel 2005, con l’acquisizione di Biochimici PSN, conquista la leadership del mercato italiano della dermocosmesi in farmacia. Nell’agosto 2007 viene conclusa l’acquisizione della società tedesca Madaus Pharma. Nel novembre 2008 viene creata la società Rottapharm Biotech Srl, azienda di biotecnologie con sede a Basovizza. Sono numerose le partnership e gli accordi, a livello nazionale e internazionale, per ricerche congiunte tra Rottapharm|Madaus, università e società scientifiche. Nel 2009 crea Foldless spin-off dell’Università degli Studi di Milano in partnership con un gruppo di docenti che opera nel campo della farmacologia della dinamica delle proteine; nel 2010 apre un nuovo Centro di Ricerca in Nutraceutica presso il Centro per lo Studio delle Malattie Dismetaboliche Grossi-Paoletti all’Ospedale Cà Granda di Niguarda (Milano). Numerose le iniziative a favore dei dipendenti, con particolare attenzione al personale femminile e alle lavoratrici madri. Sostiene le principali società scientifiche italiane e internazionali con borse di studio a giovani ricercatori e finanziamenti a progetti di ricerca. Oltre al fondo patrimoniale Rottapharm Scienza e Cultura, istituito presso la Fondazione della Comunità di Monza e Brianza per promuovere la scienza e la cultura sul territorio, dal 2007 è stato istituito il Premio Speciale Rottapharm|Madaus, assegnato a un artista in occasione della Biennale Giovani presso il Serrone della Villa Reale di Monza. Attraverso la Onlus Children in Crisis di Milano ha finanziato la costruzione di un centro professionale per ragazze in Liberia. Rottapharm inoltre è sostenitrice del Teatro alla Scala di Milano e del FAI e dal 2010 è socio di Civita. Luigi Rovati è stato membro della Giunta Esecutiva e del Comitato di Controllo del Codice Deontologico di Farmindustria e membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione della Comunità Monza e Brianza. Attualmente è membro della Giunta Esecutiva e del Consiglio Direttivo di Confindustria Monza e Brianza. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti. Dal 2005 è anche Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Presidente Rottapharm SpA
Presidente e Fondatore Gruppo Rottapharm|Madaus

Giovanni SALVIONI

Nato a Mariano Comense (Como) nel 1957

Decreto del 31 maggio 2011

Brevetto n. 2700

Settore: Commercio, turismo e servizi

Lombardia

Commercio

È presidente e amministratore delegato della Salvioni SpA, un’azienda che ha alle spalle una storia di 60 anni nel settore dell’arredamento, cominciata con un’azienda artigiana di produzione. A questa realtà si è aggiunta la società costituita a Lugano in Svizzera, la Salvionilugano SA, di cui è presidente. Nel 2010 il fatturato ha superato i 21 milioni di euro, di cui 16,5 in Italia e circa 5 in Svizzera. Negli anni, sotto la sua guida, la Salvioni è diventata un’azienda retail che ha saputo inglobare nella sua attività tutti gli aspetti progettuali, commerciali, amministrativi e logistici. L’azienda ha sempre investito sui dipendenti – 63 in Italia e 10 in Svizzera – continuamente coinvolti nella condivisione della filosofia e dei progetti aziendali, ai quali è riservata una continua attenzione in termini di qualità e organizzazione del lavoro. I venditori sono supportati da un ufficio tecnico, in grado di realizzare disegni e preventivi e di distribuirli nei diversi show room, tramite un servizio IT studiato su misura per un interscambio delle informazioni che azzera le distanze tra una sede e l’altra. La consulenza, oltre che alla progettazione, si estende anche al servizio e all’assistenza. Per i clienti all’estero, che rappresentano una percentuale di business molto importante, c’è un ufficio dedicato. Giovanni Salvioni inizia a lavorare nell’azienda del padre ai tempi della scuola e, subito dopo il diploma di ragioneria conseguito nel 1976, si dedica a tempo pieno alla conduzione della società di famiglia, la Angelo Salvioni arredamenti. Nel 1983, apre a Como un nuovo spazio espositivo, Il Cubo arredamenti, per la commercializzazione di arredi di alta gamma. Tre anni dopo, avvia a Inverigo (CO) con il fratello Ercole l’attuale Salvioni arredamenti d’interni, la cui sede si estende su una superficie di 2.000 mq. Nel 1988 rileva l’attività commerciale Colombo arredamenti a Lentate sul Seveso, su un’area di 2.000 mq, ampliando così il bacino clienti dalla provincia di Como alla provincia di Milano e al Canton Ticino. Nel 1995 viene interamente ristrutturato lo show room di Inverigo, la cui caratteristica facciata in vetro continuo progettata da Paolo Piva, docente all’Università di Vienna, viene presentata alla Biennale di Venezia. Nel 1998 acquisisce, sempre a Inverigo, un nuovo spazio di circa 1.600 mq, esclusivamente riservato al Servizio Logistico. Nell’anno successivo viene inaugurato il nuovo Salvioni Store, 2.100 mq destinati alla vendita di nuovi articoli. Nel 2005 la presenza dell’azienda si estende in campo internazionale con l’inaugurazione di un innovativo show room nel centro di Lugano, una superficie di l.300 mq dedicata esclusivamente al Design Made in Italy di alta gamma. Nel 2010, sempre a Lugano, è stato acquisito e inaugurato un nuovo spazio espositivo di 800 mq. Alla fine del 2010 sono stati ultimati i lavori di ampliamento, di circa 1.200 mq, della sede principale di Inverigo con una nuova costruzione, progettata sempre dall’architetto Paolo Piva. Con questi ultimi lavori, l’azienda opera con 5 show room su 9.300 mq di superficie espositiva e su 4.600 mq di magazzini per la logistica. Oggi la Salvioni realizza progetti per una clientela sempre più internazionale e, con il suo team, porta il meglio del Design Italiano in giro per il mondo esportando in Europa, Russia, Medio Oriente, India, Cina, Sud Est Asiatico, Corea, Usa, Caraibi, Africa Francese. La ricerca e la sintonia con le nuove tendenze di arredamento e di lifestyle sono una costante della filosofia aziendale di Giovanni Salvioni, che in tutti questi anni l’ha racchiuso in 4 parole: competenza, qualità, efficienza, disponibilità al dialogo. Nei punti vendita tutta la grande esperienza maturata nel campo dell’arredamento di design viene messa a disposizione del cliente con interventi che spaziano dalla casa al contract, dall’ufficio agli arredi per esterni. Gli stessi ambienti espositivi sono trasformati in continuazione, grazie all’esplorazione di tutte le diverse dinamiche scenografiche della contemporaneità domestica. A settembre 2009, è stato progettato e presentato alla Fiera Abitare il Tempo di Verona, il progetto Shopping Lab, interamente dedicato al negozio del futuro. Consapevole del ruolo e della funzione sociale dell’imprenditore, sostiene enti e istituzioni di carattere civile e religioso che operano sul territorio.

Presidente e Amministratore Delegato Salvioni SpA
Presidente Salvionilugano SA